GIUNTA CALZETTA SENZA VERGOGNA …… NELL’ACCONTENTARE GLI SPECULATORI !

Ecco gli attacchi da cui dobbiamo difenderci, nel silenzio colpevole di tutte le forze di opposizione. Scarica la lettera

Dopo un serie innumerevoli di accessi agli atti ex lege 241/90, siamo riusciti a ricostruire, con moltissima difficoltà, l’attuale sistema di “CATTIVA GESTIONE DELLA RES PUBLICA”.


In un contesto di totale assenza di una vera politica del territorio, intesa come giusto equilibrio tra tutela del verde, servizi previsti (ma mai realizzati) e diritti edificatori, con azioni apparentemente isolate, si attuano le scelte imposte prepotentemente dal politico più forte nella zona, e dai costruttori che con la propria forza economica, condizionano l’Amministrazione a tal punto da decide in sua vece.


Vi possiamo confermare che dalle risposte forniteci, sia verbali che scritte, alcuni dipendenti pubblici si comportano come se fossero i dipendenti della società di costruzione. E’ emerso che l’Amministrazione ha emesso atti amministrativi illegittimi omettendo colpevolmente e con superficialità i processi autorizzativi previsti dalla legge al solo scopo di realizzare le case al posto degli uffici e rendere un favore all’imprenditore che non desidera il mercato proprio di fronte il suo PVQ di Spinaceto. E’ stato l’imprenditore a decidere dove costruire lo scempio fregandosene della Delibera del Comune n. 2118 del 11.11.09, come se non bastasse ha utilizzato rifiuti speciali vietati dalla legge, senza le autorizzazioni giuridicamente valide.


La giunta Calzetta sembra voglia “fregiarsi” del merito di accelerare l’iter di realizzazione di questo “richiesto perverso” dal “Sistema affari e politica” nel silenzio colpevole di tutte le opposizioni.

Allegato 1